BATTICUORI. JEŽEK

9 > 24 settembre 2017

Spazio Fontana

Ingresso libero da via Milano 13


PRESENTAZIONE

La mostra raccoglie 138 degli innumerevoli cuori disegnati finora da Ježek per la rubrica “Questioni di cuore” di Natalia Aspesi sul Venerdì di Repubblica. Nella rubrica si parla d’Amore e di Anima (“Eros e Psiche!”). Il cuore, metafora visiva dell’amore, è sempre lo stesso muscolo, ma ogni volta si presenta sotto sembianze diverse.

L’idea iniziale è stata stimolata dagli Exercices de style di Raymond Queneau, in cui lo scrittore racconta in 99 modi, stili e punti di vista, un unico banale fatterello che avviene su un autobus di Parigi. Qui il cuore, il simbolo più banale dell’amore, viene “cucinato” in una delle infinite (ma forse sempre uguali) variazioni dei batticuori umani.

Naturalmente le variazioni non sono veramente infinite, ma Ježek, che ha raccolto la sfida (di creatività), ha intenzione di continuare a dipingerle e di pubblicarne periodicamente la selezione delle migliori. Dovrebbe aver posto nel Guinness dei primati come più fecondo pittore di cuori nella storia dell’umanità.