55 ANNI DELL'ODIN TEATRET: LO SPIRITO DEL LABORATORIO. CONFERENZE PRESENTAZIONI E FILM

13 febbraio 2019

Antropologia teatrale.

Introduce Franco Ruffini
Relatori: Eugenio Barba, Nicola Savarese
 
Conferenza di Eugenio Barba e Nicola Savarese, con introduzione di Franco Ruffini. Presentazione dei libri I 5 continenti del teatro (di Eugenio Barba e Nicola Savarese, ed. Pagina), L’Arte Segreta dell’attore (di Eugenio Barba e Nicola Savarese, ed. Pagina), La canoa di carta (di Eugenio Barba, ed. Il mulino), Pensare con i piedi (di Vicki Ann Cremona, Francesco Galli, Julia Varley, ed. Odin Teatret Forlag) con proiezione di immagini.
 
Eugenio Barba, fondatore e direttore dell'Odin Teatret, è una figura di spicco del teatro contemporaneo mondiale e considerato uno dei maggiori intellettuali europei. Allievo e amico di Jerzy Grotowski, è ritenuto, insieme a Peter Brook, l'ultimo maestro occidentale vivente.
 
Nicola Savarese, studioso degli incontri tra teatro occidentale e asiatico e teatro romano antico, è membro permanente dello staff scientifico dell’ISTA, diretto da Eugenio Barba. Ha insegnato Storia del teatro nelle università di Roma (La Sapienza), Kyoto (Kyodai), Montreal (UQAM), Parigi (Parigi IV Sorbonne), Lecce, Bologna e Roma Tre. Ha viaggiato molto in Asia, in particolare in Giappone, dove ha vissuto per due anni. Guest scholar presso il Getty Research Institute di Los Angeles e membro dell’International Research Centre – Interweaving Performance Cultures di Berlino. Sugli incontri tra teatri occidentali e asiatici ha pubblicato: Teatro e spettacolo fra Oriente e Occidente (1992), la prima indagine approfondita, storiografica sull’argomento. In collaborazione con Eugenio Barba ha scritto L’arte segreta dell’attore. Dizionario di antropologia teatrale (ultima ediz.: Bari Pagina 2018), tradotto in molte lingue e I Cinque Continenti del Teatro. Fatti e leggende della cultura materiale dell’attore (Bari, Pagina 2018). Nel 1996 ha pubblicato I teatri romani; poi Parigi/Artaud/Bali. Antonin Artaud vede il Teatro Balinese all’Esposizione Coloniale di Parigi del 1931 (1997); Il racconto del teatro cinese (1997). Nel 2007 ha curato In Scaena (catalogo 2007), una mostra archeologica sull’antico teatro romano all’interno del Colosseo. Redattore della rivista Teatro e Storia.
 
Franco Ruffini, laureato in fisica, dopo un esordio in campo letterario – due “romanzi sperimentali” presso Einaudi, Premio Italia 1976 per la sezione radiodrammi -, ha insegnato “Discipline dello Spettacolo” presso lo storico DAMS di Bologna, poi a Bari e infine all’Università Roma Tre, fino alla pensione nel 2010. Si è occupato inizialmente di Semiotica del teatro e, in campo storico, di teatro del Rinascimento, per rivolgersi quindi al teatro del Novecento. Ad Artaud e Stanislavskij ha dedicato due volumi monografici. Fortunata circolazione ha avuto il suo Teatro e Boxe, del 1994, poi rielaborato in L’attore che vola, del 2010. E’ tra i fondatori dell’ISTA, ideata e diretta da Eugenio Barba, con il quale collabora attivamente. Fa parte della redazione di “Teatro e Storia”. Su Grotowski, al quale ha dedicato numerosi saggi, è in corso di stampa il volume Grotowski e Gurdjieff.


INFORMAZIONI:

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Bookstore

via Milano 15/17

DATE:
13 febbraio 2019, 15:00