55 ANNI DELL'ODIN TEATRET: LO SPIRITO DEL LABORATORIO. CONFERENZE PRESENTAZIONI E FILM

20 febbraio 2019

Il punto di vista degli attori 2
JULIA VARLEY
 
Relatori: Julia Varley, Anna Bandettini
Anna Bandettini e Julia Varley presentano il libro Pietre d’Acqua (di Julia Varley, ed. Ubulibri e Pagina).
 
Proiezione del film Le farfalle di Doña Musica di Jan Rüsz, sull’omonimo spettacolo con Julia Varley.
Il film sarà introdotto da Francesca Romana Rietti.
 
Julia Varley è nata a Londra nel 1954. Dal 1976 Julia è attrice dell’Odin Teatret. Con l’Odin Teatret Julia Varley lavora anche come pedagoga in scuole e università e ha sintetizzato la sua esperienza in quattro dimostrazioni di lavoro: L'Eco del Silenzio, Il Fratello Morto, Testo – Azione - Relazioni, Il Tappeto Volante. Dal 1990 partecipa alla concezione ed organizzazione dell’ISTA (Scuola Internazionale di Antropologia Teatrale) diretta da Eugenio Barba e dal 1986 alla concezione ed organizzazione del Magdalena Project, una rete di donne in teatro contemporaneo. È la direttrice artistica del festival Internazionale Transit, Holstebro, dedicato a temi di interesse per donne che lavorano in teatro. Julia Varley ha curato la regia di vari spettacoli in Germania, Argentina, Danimarca, Cile e Italia. Julia Varley ha scritto vari articoli e saggi pubblicati in riviste come Teatro e Storia, Lapis, Performance Research, New Theatre Quarterly, Conjunto, Teatro XXI, The Mime Journal; è redattrice di The Open Page ed autore del romanzo di un personaggio Vento ad Ovest e del libro Pietre d’Acqua (Ubulibri, Milano) sul suo lavoro come un'attrice dell’Odin Teatret.
 
Anna Bandettini Giornalista e critica teatrale di La Repubblica. Nata a Portici (Napoli) nel 1955, laureata in Filosofia Teoretica con il massimo dei voti all'Università Statale di Milano , ha iniziato l'attività giornalistica nel '79. Dal 1986 è a Repubblica, prima come caposervizio della redazione Spettacoli milanese, poi come vicecaporedattore della redazione Spettacoli dell'edizione nazionale. Attualmente scrive sempre su Repubblica come critico teatrale. Accanto alla attività giornalistica, ha seguito per due edizioni l'Ista, la scuola di Antropologia Teatrale diretta da Eugenio Barba ed è tra le fondatrici di Giulia, l'associazione di giornaliste che si occupa del ruolo della donna nei mass media con cui ha organizzato convegni e incontri. Ha curato per gli Editori Riuniti "Dario Fo legge Majakovskij" e per il Gruppo Editoriale Espresso una breve "Storia del teatro"

INFORMAZIONI:

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Bookstore

via Milano 15/17

DATE:
20 febbraio 2019, 15:00