ARMANDO PUNZO E ROSSELLA MENNA | UN'IDEA PIÙ GRANDE DI ME

1 febbraio 2020

Conversazioni con Rossella Menna

 
L’esperienza della Compagnia della fortezza nasce nel 1988 nel Carcere di Volterra, da un’idea di Armando Punzo, regista e direttore artistico. È la prima e più longeva esperienza di lavoro teatrale in un istituto penitenziario. In trent’anni di lavoro con la Fortezza, composta oggi da circa settanta detenuti-attori, ha messo in scena oltre trenta spettacoli. Il carcere reale è metafora di un carcere più ampio in cui tutti viviamo. Entrarvi significa varcare un limite che esiste nel mondo, ma che in carcere è visibile. Una scelta di vita radicale con la quale – assieme alla compagnia di detenuti-attori – Punzo ha superato la realtà dando vita a un’esperienza senza precedenti, che ha concepito e battezzato una rivoluzione culturale e sociale: trasformare un penitenziario in luogo di produzione artistica all’avanguardia.

Sono trent’anni che mi chiudo ogni giorno in questa stanza. Per la prima volta, oggi, mi è sembrata una cosa enorme. Gli inizi sono sempre prossimi alla fine, quando cominci pensi che tutto possa finire un attimo dopo.

Come trovare la forza per affrontare un’esistenza che si dischiude al futuro senza avere nessuna certezza che abbia un senso?

Immagina che ci sia qualcuno che ti sta sognando, in questo momento, e che ti sogna così come tu immagini di poter essere al massimo delle tue potenzialità. È tuo compito dare seguito al suo sogno, trovare uno sviluppo. Non credi sia bello pensare che non dipendiamo soltanto da noi e dalla nostra volontà, ma anche dai sogni degli altri?

Nel 1988 Armando Punzo attraversa il cancello del Carcere di Volterra e in oltre trent’anni ha trasformato un luogo di pena in un centro di ricerca artistica all’avanguardia.

 

Armando Punzo è regista, drammaturgo e attore. Dal 1988 lavora nel Carcere di Volterra, dove ha fondato la Compagnia della Fortezza e dal 1996 al 2017 ha diretto il Festival Internazionale VolterraTeatro, intitolando la sua direzione artistica all’idea dei Teatri dell’Impossibile.


Rossella Menna è studiosa di teatro, dramaturg, saggista e curatrice indipendente. Ha ideato e diretto progetti di approfondimento, teatrali e letterari, per il Festival VolterraTeatro, la Compagnia della Fortezza, l’Associazione Archivio Zeta, Ravenna Teatro e collaborato con il Segal Theatre della City University di New York e il Centro Studi La Permanenza del Classico dell’Università di Bologna.


INFORMAZIONI:

ingresso libero fino ad esaurimento posti

Bookstore | Piano Zero

via Milano 15/17