MARX PUÒ ASPETTARE

21 aprile 2022

di Marco Bellocchio, Italia, 2021, 96’
 

Segue incontro con gli psicoanalisti Manuela Fraire, Fabio Castriota e Domenico Monetti, Cineteca Nazionale

Il regista Marco Bellocchio non potrà partecipare per motivi personali
 

 
Un’ombra incombe come il fantasma del re Amleto sulla stirpe dei Bellocchio, personalità forti e centrali della cultura italiana, non solo il regista, ma anche il critico Piergiorgio e il sindacalista Alberto: è quella dell’“angelo” Camillo, il gemello bellissimo e fragile dell’autore, morto suicida all’età di 29 anni. Dopo più di cinquant’anni i vecchi superstiti e le pietose sorelle fanno i conti con questa tragedia, cercando di ricomporre i tasselli di una memoria collettiva che l'evento drammatico ha frantumato e spazzato via, dando corpo a un’anima che celava dietro un malinconico sorriso lo smacco di sentirsi invisibile. Ammettendo sensi di colpa e rimpianti d’insensibilità verso il rovello di un’anima oppressa, nel "manicomio che era la nostra casa" in cui tutti "vivevano una vita di arida infelicità", il grande regista esplora il lato oscuro e scomodo del suo passato e ci regala un documento di famiglia di straziante bellezza e straordinaria sincerità.


INFORMAZIONI:

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA. L'accesso alle proiezioni è consentito solo ai soggetti in possesso di Green Pass Rafforzato e mascherina FFP2. Le prenotazioni si effettuano su questo sito dalle ore 9.00 del lunedì precedente alla proiezione fino a un’ora prima. Se non puoi venire ricordati di cancellare la prenotazione dalla tua area riservata sul sito, per permettere ad altri di partecipare. Sei pregato di arrivare 10 minuti prima dell'inizio, in caso contrario la prenotazione non sarà più valida e il posto verrà assegnato al pubblico in attesa all’ingresso. Si raccomanda di arrivare in tempo per gli adempimenti previsti per il contenimento del COVID-19, di indossare la mascherina all’ingresso e per tutta la durata della proiezione.

Sala Cinema

Scalinata di via Milano 9a