VIAGGIO A SCENASTA ALL’OMBRA DI DON CHISCIOTTE E ALLA LUCE DI ALONSO QUIJANO NELLA MANCHA D’EUROPA IN QUINDICI TAPPE. MARZO/DICEMBRE 2019. OUVERTURE. DI CARLO QUARTUCCI & CARLA TATÒ ATELIER TRANSEUROPAEXPRESS

29 marzo 2019

1 SCENA DI CONVERSAZIONE sulla “Trilogia Scenica di Viaggio a Scenasta". Noi abbiamo una tragedia in mente, una tragedia “felice”: "Il Cerchio d'oro del Potere", "Blow up Pentesilea”, "Senza titolo in Scena con Teatr'Arteria”. Una Scena di Conversazione sui tre titoli della Trilogia di Viaggio a Scenasta e sullo Spazio di TEATR’ARTERIA, i quali saranno il "corpo/struttura" del libro che realizzeremo con un editore durante le quindici Tappe Atelier per il BookStore di Palazzo delle Esposizioni.

2 CARLA TATO’ RECITA SE STESSA nel libro di Giuliana Pititu “Carla Tatò. Dell'attore, del corpo scenico, della parola e della voce”. Zona Editore.
 
3 SCENASTA 2019 DEPOSITI E LASCITI, osmosi e simbiosi in progress con Pippo Di Marca.
 
4 ATELIER CON GLI ALLIEVI DEL TERZO ANNO DI “FONDAMENTA LA SCUOLA DELL’ATTORE” Il Cavaliere della Mancha adesso è al Teatro Studio di Fondamenta, lancia in resta, col suo fido Ronzinante … in VAI E VIENI CON DON CHISCIOTTE NELLA MANCHA D’EUROPA. Dal 29 marzo al 19 luglio e da ottobre a dicembre 2019, è in viaggio dal Teatro Studio di Fondamenta a Palazzo delle Esposizioni Bookstore, in letture di libri, performance, spettacoli, lezioni magistrali, installazioni, scene di conversazione.
 
5 TESTIMONI A VOCE ALTA: Giancarlo Sammartano, Pippo Di Marca, Giancarlo Mastroianni, Luigi Cinque, Lino Strangis, Veronica Lauria
 
Alonso Quijano, el hombre dolente e temerario di Borges, si risveglia da un incerto sogno di scimitarre e di pianura...
e si trova in uno spazio nuovo, lo spazio contemporaneo, il Labirinto della Mancha d'Europa, hic et nunc, a PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI BOOKSTORE.
“(…) e si domanda se è ferito o morto
Non verranno a inseguirlo gli stregoni
Che han giurato il suo mal sotto la luna?
Nulla. Soltanto il freddo. Appena una
Sofferenza dei suoi ultimi anni.
Questo hidalgo fu un sogno di Cervantes
E Don Chisciotte un sogno dell’hidalgo
Il doppio sogno li confonde e quanto
Sta accadendo già accadde molto prima
Quijano dorme e sogna.Una battaglia:
I mari di Lepanto e la mitraglia.”
Jorge Luis Borges

 
Al BookStore del Palazzo delle Esposizioni ALONSO QUIJANO è “evocato” da attori e artisti per “Atti di Deposito e Lascito” in Quindici Tappe/Sogni.
Opere istantanee ed uniche di artisti contemporanei che hanno dialogato drammaturgicamente con il teatro di Quartucci e Tatò, come Jannis Kounellis, Giulio Paolini, Daniel Buren, Lawrence Weiner, Per Kirkeby, Luciano Fabro, Mario Merz, Jan Dibbets, Hermann Nitsch, Jorg Immendorff, Markus Lupertz, David Salle, Enzo Cucchi, Gregorio Botta, Mimmo Paladino, Misha Mengelberg, Han Bennink, Giovanna Marini, Luigi Cinque, Giancarlo Schiaffini, Henning Christiansen, Robert Ashley, Simona Quartucci, Roberto Lerici … e le “Esposizioni”, in esibizioni e viaggi drammaturgici, a cura di Germano Celant, Rudi H. Fuchs, Renè Block e Pierre Bal-Blanc.
CON DEPOSITO E LASCITO A VISTA DI LIBRI, OPERE, OGGETTI D’ARTE E D’ESPERIENZA SCENICA, IMMAGINI, CATALOGHI, FOTO, DISEGNI, FILM, VIDEO, SUONI, VOCI, PERFORMANCE, ANNOTAZIONI SCENICHE E ARTISTICHE
 
Carlo Quartucci, protagonista della scena teatrale italiana insieme a Carmelo Bene, Carlo Cecchi, Carla Tatò, Leo de Berardinis, Perla Peragallo, Rino Sudano negli tra il ‘60 ed il ‘70, la sua ricerca si rivolge a linguaggi teatrali ispirati dalle correnti artistiche del surrealismo, del grottesco, del futurismo. Nel 1972 fonda la compagnia teatrale “Camion” con Carla Tatò. Ne segue un decennio di eventi che trovano testimonianza nei film per la tv Borgatacamion, Robinson Crusoe e Nora Helmer. Nel 1981 raduna a Genazzano diversi artisti visivi, musicisti, scrittori, cineasti, e dà vita al progetto artistico “Zattera di Babele” con l’obiettivo di sperimentare un nuovo linguaggio scenico attraverso l’interazione delle arti. A Berlino nel 1984 sviluppa il progetto su Kleist e la sua Pentesilea con Canzone per Pentesilea, Rosenfest Fragment XXX e Nach Themiscyra. Dal 1986 il progetto “Zattera di Babele” si trasferisce a Erice in Sicilia, dove nasce il Festival “Le giornate delle Arti”, laboratorio permanente sui diversi linguaggi artistici. Nel 1998 nascono i progetti Il cerchio d’oro del potere e La favola dell’usignolo, che lo coinvolgeranno con gli artisti della “Zattera di Babele” fino al 2001. Nel 2002 viene insignito della laurea honoris causa dal DAMS dell’Università di Torino. Leader con Carla Tatò, insieme ad artisti ed istituzioni culturali, di un grande progetto in situ Europa, che lo impegna dal 2002 al 2007, fino a ideare e fondare, a Roma, il nuovo progetto-spazio Teatr’Arteria/L’Edificio scenico.

Carla Tatò, dopo essersi specializzata in scenografia all’Accademia Romana di Belle Arti, lavora in teatro come attrice con Carmelo Bene, Maurizio Scaparro, Gian Maria Volonté, Roberto Guicciardini, Carlo Quartucci. Nel 1973 fonda con Carlo Quartucci la compagnia itinerante “Camion” con cui avvia il progetto Opera, messa in scena di tre testi di Roberto Lerici. Nel 1982 insieme a Carlo Quartucci, Jannis Kounellis, Germano Celant, Giulio Paolini e Roberto Lerici fonda la compagnia “Zattera di Babele” di cui faranno parte non solo attori di teatro e cinema ma anche pittori, musicisti e poeti. Da questo progetto prendono vita spettacoli di respiro europeo, tra i quali Pentesilea, Uscite, Didone, Platea, Comédie Italienne. Nel 1986, insieme a Mino Blunda e Rudy Fuchs, è ideatrice del Festival permanente "Le giornate delle Arti"a Erice, in Sicilia, nel cui ambito porta in scena Primo Amore, La favola del figlio cambiato e I giganti della montagna di Luigi Pirandello, Tamerlano il Grande di Christopher Marlowe, I Macbeth, Erste Liebe, Medea e Ager sanguinis di Aurelio Pes, Abitare Beckett di Carlo Quartucci. Con la collaborazione della Regione Lazio e dell'Unione Europea, nel 1998/1999, partecipa a diversi progetti, tra cui Il cerchio d'oro del potere, nell'ambito territoriale laziale. Nel 2006 insieme a Carlo Quartucci fonda a Roma il progetto-spazio Teatr'Arteria/L’Edificio Scenico.

INFORMAZIONI:

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Bookstore

via Milano 15/17

DATE:
29 marzo 2019, 17:00