LA CAMERA SCURA

8 > 20 giugno 2010


Direzione artistica di Mario Vaglio

Una mostra fotografica di Amnesty International
13 attrici e attori contro la pena di morte

Apre al pubblico l'8 giugno, al Palazzo delle Esposizioni, una mostra fotografica  di Amnesty International. 13 attrici e attori posano per "La camera scura", sostenendo la campagna contro la pena di morte nel mondo: Luca Argentero, Giulia Bevilacqua, Carolina Crescentini, Sabrina Impacciatore, Peppino Mazzotta, Giulia Michelini, Ana Caterina Morariu, Filippo Nigro, Lara Okwe, Vittorio Emanuele Propizio, Primo Reggiani, Dino Santoro e Gianmarco Tognazzi.
La mostra, che potrà essere visitata a ingresso libero fino al 20 giugno, è stata realizzata nell'ambito del progetto "Sono contro la pena di morte perché..." della Sezione Italiana di Amnesty International, grazie alla speciale collaborazione dello IED - Istituto Europeo di Design e con il contributo della Regione Toscana, della Regione Campania e dell'Unione europea. Le fotografie sono di Angelo Di Pietro e la direzione artistica di Mario Vaglio.
Obiettivo del progetto è creare consapevolezza sulla brutalità della pena di morte coinvolgendo testimonial del mondo dell'arte e dello spettacolo e utilizzando diverse forme di espressione come la fotografia, il disegno, il racconto.
Ne "La camera scura", il filo conduttore è lo stencil, una tecnica molto diffusa, riconoscibile e di grande impatto visivo: disegni stilizzati, realizzati tramite una semplice maschera di cartone e una bomboletta spray.
Ogni scatto della mostra ritrae un attore che interpreta un condannato a morte raccontando, attraverso uno stencil posto sul muro della cella, una storia, affrontando un aspetto specifico legato alla pena capitale associato a un caso seguito da Amnesty International.

Spazio "fontana"
via Milano 13
Ingresso libero

Le mostre in corso e quelle future

SCOPRI DI PIÙ