EXTRAVERSO

1 febbraio > 20 marzo 2020

Bien lo sé, pero algo
me impone esta aventura indefinida,
insensata y antigua, y persevero
en buscar por el tiempo de la tarde
el otro tigre, el que no está en el verso.

 
Una poesia di Borges chiude così: “l'altra tigre, che non sta nel verso”, che è fuori appunto, extra. E dove è la tigre che non sta nel verso? Quella sta nell’esperienza, ha attraversato una lunga serie di passaggi che l'hanno condotta lì dove la vediamo. L'etimologia ce lo dice nella storia cifrata della parola: viene da due verbi greci: peiro, che significa passare attraverso e peirào, che vuol dire tentare, provare, nonché dal termine peira, che significa tentativo, esperimento, (per cui empeiria vale conoscenza o abilità. Pertanto nell'esperienza c'è il passaggio e la prova, il pericolo e la misura: con fare un'esperienza si intende passare là dove non si era mai passati, come quando per scalare una parete in montagna ci si affida a una guida, perché esperta, nel senso che ci è già passata tante volte per quei luoghi.
 
Queste tre opere editoriali realizzate da persone che da trent’anni lavorano per il teatro, in teatro, costituiscono, per coloro che si sono avventurati a comporle, una esperienza fuori dal verso e a noi piacerebbe fosse trasferita ai lettori la mappa di quei passaggi esperiti, esperti, da cui si esce trasformati. Erranti, esiliati, umili, superbi, disperati ma pieni di speranza di non poter mai trovare pace – consapevoli che ogni passaggio nel tempo, ogni passo nello spazio inventa luoghi incogniti – loro cercano nuovi cammini verso il fuori. E fuori dal verso.
 
 
Info
Bookstore - Piano zero
via Milano 15/17
Ingresso libero fino a esaurimento posti


EVENTI DI QUESTA RASSEGNA